Indire Invalsi LBS
home page » supporto » riforma

tra riforma e riforme... della scuola

dalla 'riforma Moratti' alle direttive Fioroni alla Gelmini, alla Fedeli...
lo sviluppo della riforma della scuola:
le direttive, il Quaderno Bianco, la problematica della valutazione e dei debiti formativi attraverso i documenti e le ordinanze ministeriali
vedi anche

riforma scuolaordinamento ed assetto organizzativo della scuola veneta e padovana

tra riforma e gestione della scuola : documentazione, materiali, convegni
2014/15 - la buona scuola
2010/11 - "riordino" della scuola superiore
"organici e cattedre nella scuola di I grado" : Maria Giuliana Bigardi, conferenza del 12 maggio 2010 "Verso la riforma dell'istruzione tecnica e professionale. Gestire l'innovazione" : seminario 17 gen 09 c/o Duca Abruzzi
documenti
normativa varia
in questo sito
risorse in rete

foto ministro FedeliValeria Fedeli - (2016...)

foto ministro GianniniStefania Giannini - (2014...2016)

La Buona Scuola

foto ministro M.C.CarrozzaMaria Chiara Carrozza - (2013...2014)

foto ministro F.ProfumoFrancesco Profumo - (2012...2013)

foto ministro M.GelminiMariastella Gelmini - (2008...2011)

documenti curriculo scolastico, documenti e indicazioni normativa generale e regolamenti attuativi documentazione risorse in rete

FioroniGiuseppe Fioroni : i passaggi tra le riforme - (2006...2008)

Fioroni, gennaio 2008 : riorganizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione e dei Ctp Fioroni, settembre 2007 : il "Quaderno Bianco sulla Scuola" le direttive Fioroni - 2007

BrunettaRenato Brunetta e la pubblica amministrazione

documenti circolari Dipartimento Funzione Pubblica e direttive del Ministro legislazione
vedi anche

riforma "Moratti" 2003/05 : nodi significativi della riforma

riforma della scuola

piani di studio personalizzati

nell'ambito del quadro degli obiettivi generali e di quelli specifici di apprendimento attraverso l'individuazione di obiettivi formativi correlati alla maturazione delle competenze degli allievi, all'articolazione delle attività per classi e gruppi laboratoriali

portfolio delle competenze

compilazione del portfolio delle competenze individuali ai fini dell'orientamento e della valutazione degli allievi

flessibilità del modello organizzativo

l'organizzazione dei percorsi formativi si basa su due principali modalità di lavoro

continuità

la continuità educativa e didattica per la gestione dell'anticipo scolastico e per la qualificazione del collegamento tra
asili nido ---> scuola dell'infanzia ---> scuola primaria

organizzazione della funzione docente

espletamento dei compiti di tutoraggio, coordinamento, raccordo, gestione delle relazioni interne ed esterne per il tutor si ipotizzano funzioni di

il dirigente come struttura di supporto e regia del cambiamento

La dirigenza scolastica è considerata come regia locale del cambiamento, la risorsa culturale indispensabile per attivare ed orientare il potenziale innovativo.

la scuola come luogo del cambiamento richiama la centralità dei rapporti interpersonali

Il dirigente scolastico è il più immediato sistema di riferimento del gruppo docente, ma alla scuola autonoma non servono solo opportunità di formazione, ma anche l'accesso ad un sistema continuo di assistenza tecnica.

piano formativo - processo di coinvolgimento attivo delle scuole

Il progetto formativo mira a sollecitare il confronto e la condivisione di esperienze interne alla scuola riflessione guidata e condivisione consapevole di scelte educative, didattiche ed organizzative.

La formazione e-learning integrato.

Il modello di formazione e-learning integrato si realizza con la collaborazione dell'INDIRE per i momenti on line piattaforma PuntoEdu.

percorso di informazione / formazione

la riforma della scuola - Legge 28 marzo 2003 n. 53 (pubblicata sulla G.U. n. 77 del 2-4-2003)

la delega concerne